Suore Salvatoriane in Südtirol

La nostra attenzione é sempre rivolta alla salvezza dell´uomo

Il presepe

Ciao bambini!

Come state? Avete trascorso bene il Natale? Vi è piaciuta la festa della nascita di quel bambino tanto importante e speciale di cui vi ho parlato la scorsa volta?
Di quel bambino che poi da grande diventa Re?
E poi, ho un'altra domanda importante: avete fatto il presepe a casa vostra? E cosa ci avete messo nel presepe? La statuina di Maria, di Giuseppe, Gesù bambino, i pastorelli, non è vero?

Ora vi scrivo qualcosa di nuovo a proposito di questo Re. Fate attenzione al vostro bel presepe.

Gesù Cristo è un re grande. Forse voi pensate che Gesù come tutti gli altri politici
1. nasce in palazzo. Avete fatto un palazzo nel presepe?
2. cresce circondato da tanti servi e baby sitter. Chi c'era nel presepe a parte i pastori?
3. è il figlio di un papà altrettanto importante. Nel presepe avete messo papà eleganti?
4. studia legge all'università. C'erano avvocati ed ingegneri nel presepe?
5. frequenta persone importanti. C'erano politici nel presepe?
6. è ricco C'erano solo pastori se non mi sbaglio, nel presepe.
7. ecc.

Guardiamo bene il presepe che avete fatto a casa.

Gesù, che da grande diventa Re, lo volete davvero sapere dove è nato? Sì, proprio come avete fatto con il presepe.
E' nato in una stalla, sì, in una stalla dove ci sono gli animali, e a riscaldarlo, non c'erano nella stalla i termosifoni accesi ma solo l'alito maleodorante di un asino e di una mucca.
Inoltre il suo papà non era una persona importante nella società, ma era un falegname, umile e non conosciuto. Il papà non era ricco, perché, come falegname, non guadagnava tanti soldi.
Nel presepe ci avete messo i pastori, vero? Solo umili pastori hanno visitato Gesù quando è nato, non pensare che a visitarlo siano andati dei funzionari di stato.
Inoltre Gesù, mentre cresceva, non è andato all'università a compiere studi difficili. Gesù quando si è fatto grande anche lui, come tutti gli altri, é andato a cercarsi un lavoro, e sapete che lavoro ha fatto? Il falegname. Sì, voleva lavorare come il papà e aiutarlo.
Gesù non frequentava persone importanti. I suoi migliori amici erano poveri, ammalati, emarginati.

Io penso che voi mi chiederete: "Ma che strano re era questo Gesù, un re, sì, ma nato povero, con tanti amici non stimolanti, e neanche tanto colto.
Che autorità aveva come re?
Che significa tutto questo?
Che senso ha per un Re avere umili origini e scegliersi amici che non contavano niente?"

Cari bambini, ve lo spiegherò in seguito nei miei prossimi articoli, ma sappiate una cosa: Gesù era un Re, un Re dalle umili origini proprio come rappresentato dal vostro bel presepe che avete fatto nella vostra casa.